19 settembre 2009

Pegli entra in Europa con il progetto ADD - HOME

CAR SHARING E PORTALE INFO-MOBILITA' DEDICATO A PEGLI

Dal 16 di settembre Pegli è dotata di un nuovo parcheggio dedicato al Car Sharing, l'innovativo sistema che consente al cittadino di usare l'auto solo quando serve e senza sobbarcarsi oneri e spese derivanti dall'averne una in proprietà.


Collocazione del parcheggio in via Rizzo. L'area in verde rappresenta l'ambito di utilità stimato da Peglimobile (max 300 metri a piedi) riguardo alla mobilità pedonale. Il segmento color ocra identifica l'ascensore di uso privato (Comprensorio Quartiere Giardino) che estende l'utilità del parcheggio quasi fino a piazzale Giardino Fiorito.
Nello schema non sono visibili le fermate del bus 189 e del Drin Bus, immediatamente adiacenti al parcheggio.

I due nuovi stalli sono collocati in via Rizzo (davanti alla farmacia), fanno coppia con quelli realizzati nel novembre 2008 in piazza Porticciolo e, relativamente alla mobilità pedonale, risultano facilmente raggiungibili a piedi da coloro che abitano nella parte bassa di via Rizzo, in via Rexello, in via Ricasoli, in viale Modugno, in via Rovetta e parte di via Martiri della Libertà.

Il raggio di utilità si estende decisamente, specie nelle ore diurne, se l’utente decide di raggiungere il parcheggio utilizzando il bus 189 (zona alta di Quartiere Giardino e Pegli 2) o il servizio a chiamata Drin Bus.

La realizzazione del nuovo parcheggio è stata resa possibile grazie ai finanziamenti predisposti da “ADD HOME – GESTIONE DEL RAPPORTO TRA MOBILITA’ E RESIDENZA”, progetto dell’ Unione Europea che, intervenendo nelle aree residenziali, mira ad incoraggiare l’utilizzo di mezzi di trasporto che siano alternativi all’uso indiscriminato dell’auto privata.

L’importante rilevazione che, ben 4 volte su 5, la quotidiana scelta del mezzo di trasporto da usare sia relativa agli spostamenti da e verso casa, ha fatto sì che l’attenzione di ADD-HOME si rivolgesse prettamente alle aree residenziali che maggiormente contribuiscono a creare traffico.

Pegli, nel Ponente genovese, è risultata essere non solo una di queste, ma anche quella da cui ogni mattina partono più auto per dirigersi in centro città.

Si è lavorato su 3 tipi di servizio:

1. il Car Sharing, vero e proprio servizio di trasporto,
2.Mobilitypoint.it, portale web di Info- mobilità riservato a Pegli,
3. “Viaggia Insieme”, portale web dedicato al “Car Pooling” (“l’auto collettiva”).

Mentre per il Car Sharing Peglimobile ha già trattato diverse volte, per i servizi informativi è utile fare un approfondimento.

Premesso che un servizio di trasporto per essere utilizzato deve essere anche conosciuto dall’utenza che mira a servire (concetto che dovrebbe essere scontato ma...non lo è), è lecito domandarsi quanti siano effettivamente i cittadini genovesi che hanno una reale conoscenza complessiva della gamma di trasporto pubblico offerta da questa città.

Solitamente la conoscenza si ferma alle modalità di trasporto abitualmente utilizzate. Ma non appena si esce dal “sentiero” conosciuto, la scelta (anche per pigrizia) ricade sul costoso mezzo privato.

Caso emblematico è il servizio extraurbano di APT. Quanti sono effettivamente i cittadini genovesi (utilizzatori sporadici) che lo considerano come opzione di trasporto per recarsi nei comuni limitrofi? In verità è considerato tale solo dagli abitanti (specie pendolari) di questi ultimi.

Altro esempio. Quanti cittadini, dovendosi recare a Pegli (quindi non utenti abituali), sanno che esiste un servizio di trasporto a chiamata, il Drin Bus, che in diversi casi permette di raggiungere zone non coperte da linee tradizionali?

Ma anche rimanendo nell’ambito della stessa Pegli ci sono persone (ne ho la prova!) per le quali uscire dal tragitto canonico equivale a superare le colonne d’Ercole.

Il portale Mobilitypoint.it/Pegli consente, per la prima volta, di avere una panoramica di tutti i servizi di pubblico trasporto che esistono nella delegazione e che, in molti casi, risultano ora sottoutilizzati in quanto scarsamente conosciuti.

Il cittadino quindi trova informazioni puntuali ed in tempo reale su:
  • trasporto ferroviario relativo alle stazioni di Pegli di Granara. Treni in arrivo, treni in partenza, quale binario, le tariffe, i ritardi e le soppressioni;
  • trasporto AMT di quartiere: collocazione di tutte le fermate di tutte le linee su google maps, orari;
  • servizio a chiamata Drin Bus: modalità di iscrizione al servizio, istruzioni per l'uso, mappa delle fermate e della copertura del territorio;
  • servizio bus extraurbano: collocazione delle fermate, orari e tariffe;
  • mappa dei parcheggi riservati ai disabili (con possibilità di download di un software per navigatore satellitare dal sito principale);
  • servizio Navebus: regolarità del servizio, eventuali sospensioni e riattivazioni;

Viaggia Insieme”, invece, è un vero e proprio strumento di gestione del Car Pooling, pratica che consente, usando la propria auto, di risparmiare sui costi di trasporto caricando passeggeri (previo accordo raggiunto tramite il sito) con le stesse esigenze di percorso.


Home page del sito "ViaggiaInsieme"

Lo strumento, utile per ridurre le auto circolanti, temo che si scontrerà con la storica diffidenze delle persone, tuttavia è opportuno promuoverlo il più possibile, perché un suo successo sarebbe molto importante per una città come questa.

Riflessioni finali:

  1. Se l'informazione è di fondamentale importanza, lo è anche il fatto che il suo oggetto (il trasporto pubblico) esista e che sia gestito correttamente. I ripetuti tagli ai servizi di questi anni sono stati deleteri in quanto hanno ridotto notevolmente l'affidabilità stessa del trasporto pubblico (sia su ferro che su gomma) e poco si conciliano con le utili iniziative promosse in questo post.
  2. La migliore informazione non è in grado di curare, da sola, i problemi del trasporto pubblico di quartiere, in quanto l'organizzazione delle linee collinari è totalmente da rivedere. Limitarsi ad informare sul servizio attuale senza pensare di rivedere gli itinerari delle linee nell'ambito di un piano della mobilità dedicato al quartiere equivale alla classica operazione di "stucco e pittura fan bella figura".
  3. Specie nell'ambito dell'area centrale Pegliese l'uso della bicicletta può diventare una valida opzione di trasporto aggiuntiva a quelle attuali. Sarebbe utile che anche questo tipo di mobilità avesse un suo spazio nel portale informativo. A tal scopo Peglimobile è disponibile fornire un contributo in quanto la mobilità ciclabile è oggetto di studio approfondito.
  4. La parte riguardante l'informazione ferroviaria giustamente contempla anche la fermata di Genova Granara sulla linea Genova - Ovada - Acqui Terme. Questa, che negli anni ha subito brutali tagli al servizio, da parte di Peglimbile è stata ed è tuttora oggetto di una proposta per la realizzazione di un impianto speciale per renderla accessibile ed integrata con la linea 71 e con un realizzabile servizio di Bike Sharing . Curiosità: da Granara c'è un treno che permette di arrivare ad Alessandria in meno tempo e con la metà dei costi rispetto all'ordinario transito da Principe. Risorsa da sprecare o da valorizzare?


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Salve vi segnalo RoadSharing.com una piattaforma completamente gratuita per il carpooling con oltre 33.000 iscritti ed adottata da vari comuni e province per promuovere la parica del carpooling.

onilasak ha detto...

Grazie della segnalazione! Sito molto utile che non conoscevo e che ho già provveduto ad inserire nella lista dei link sotto la voce "Car Pooling". Lo proverò.

Marco ha detto...

Attenzione!!! viaggiainsieme.it NON E' SICURO
ho messo un annuncio è mi hanno riempito di spam.